JOURNEY #1: like the wheel, il suicidio degli inquieti

Come tutte le cose nuove questa cosa che sto per fare ha bisogno di essere un minimo spiegata. Vorrei intraprendere un viaggio dove con i miei occhi vi mostrerò delle canzoni e le cose che esse suscitano al mio cuore e alla mia anima.
Per questo Journey, per questo è un viaggio. Vorrei camminare tra le canzoni di questo splendido artista che è The Tallest Man On Earth e raccontarvi quello che mi passa per la testa.

L’inquietudine è uno dei tanti temi che ricorrono nella produzione dell’artista svedese e like the wheel ne è l’esasperazione e la preghiera più profonda, il guardare un uomo che si strugge e si lascia andare da un punto di vista esterno, donando parole ai movimenti e agli sguardi per formare questa preghiera esasperata e disperata.
È la disperazione, e l’inquietudine, di chi riesce a sentire troppo e non sa come metabolizzare queste sensazioni. L’inquietudine di chi si sente fuori posto e non sa che cosa essere.

Oh, vorrei essere il falco nell’occhio di tuo figlio,
Vorrei poter volare tutto il giorno sopra la sua estate.

È anche l’inquietudine di chi non sa cosa essere, non sa prendere una forma definita perchè ne possiede un’infinità dentro di sé.
Il destino ci travolge e ci sommerge e nonostante i nostri sforzi non sappiamo opporci alla corrente. Perchè se siamo tante cose nessuno mai le vedrà tutte e tutto quello che penseranno sarà sbagliato.
È un pò quello che capita al Gesù descritto in uno dei più grandi romanzi di Josè Saramago “Il vangelo secondo Gesù Cristo”. Saramago ci presenta la vita di Gesù vista dai suoi occhi tremendamente umani, un Gesù che si trova sommerso dal destino e da una missione affidatagli da un Padre crudele e senza pietà, e lui non può sottrarsi a niente di tutto questo.

Si, se Dio esiste, dovrà essere un unico Signore, ma sarebbe meglio che fossero due, così si avrebbe un dio per il lupo e un dio per la pecora, uno per chi muore e l’altro per chi ammazza, un dio per il condannato e un dio per il boia, Dio è uno, tutto e indivisibile, esclamo Gesù, e quasi piangeva d’indignazione, al che l’altro gli rispose, Non so come Dio possa vivere, ma la frase non proseguì perché Gesù, con l’autorità di un dottore della sinagoga, lo interruppe, Dio non vive, è, Di queste differenze non me ne intendo, ma quel che posso dire è che non mi piacerebbe vedermi nella pelle di un dio che guida la mano del pugnale assassino e, insieme, offre la gola che sarà tagliata, Tu offendi Dio, con questi pensieri empi, Non valgo tanto, Dio non dorme, un giorno ti punirà, Meno male che non dorme, così facendo evita gli incubi del rimorso, Perché mi parli di incubi e di rimorso, Perché stiamo parlando del tuo Dio, E il tuo, chi è, Io non ho alcun dio, sono come una delle mie pecore, Almeno loro danno i figli per gli altari del Signore, E io ti dico che quelle madri, se lo sapessero, ululerebbero come lupi.

Josè Saramago-Il vangelo secondo Gesù Cristo

Direte che, in qualche modo, queste persone sopravvivranno e andranno avanti trascinandosi una vita intera ma purtroppo non è così; nessun lieto fine, nessuna speranza.
Gesù morirà in croce, vittima di un piano più grande, e l’altro morirà con un cappio attorno al collo, sorretto da un ramo che lo porterà a casa con la sua forza.
Io me lo vedo il Cristo di Saramago cantare qesta preghiera al padre, facendo sua l’inquietudine che pervade il pezzo e mettendo in quelle parole più rabbia di quanto sia necessaria.

E dissi: “Oh signore, perché non sono forte
Come il ramo che tiene in vita gli impiccati?
Come il ramo che mi porterà a casa.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...